giovedì 21 novembre 2013

ITALIANO VERO 4 | Daniela da Palermo, pianista.

Cari Mundiali, Boa tarde :)
É con grande soddisfazione e una certa punta d'orgoglio campanilista che quest'oggi vi presento la nuova protagonista di Italiano Vero, la rubrica del Blog di Mundo che vi racconta le storie mariomerole degli italiani che hanno trovato un centro di gravitá permamente in Portogallo! Orgoglio perché Daniela, che oggi é una rispettata insegnante di pianoforte presso il Conservatorio di Lisboa, é mia concittadina: una palermitana doc che nel lontano 1999, dopo essersi laureata al Conservatorio Bellini di Palermo, ha lasciato famiglia, amici e l'amata pasticceria siciliana... Per andare incontro all'Anticiclone. Succede che, per un fortuito caso del destino - poco per caso e molto per destino, dice lei - un giorno, mentre come molti giovani laureati palermitani nullafacenti, si trovava a prendere il sole in spiaggia, Daniela incontra un vecchio collega di studi, appena tornato da una isola nel mezzo dell'Oceano Atlantico; l'amico-angeloscesodalcielo le spiega che in quest'isola ci lavora, ci insegna musica, anzi sai pare che stiano cercando, macosamidicimai, tifacciosapere ed é cosí che nel giro di un Eeeeh?!?!?, Daniela si ritrova titolare di una cattedra al Conservatorio Regional di Ponta Delgada, nell'isola di São Miguel nell'arcipelago delle Azzorre

E festeggia per tre giorni e tre notti in una Comune hippie.


Con Daniela ci sediamo a conversare in un café del Bairro Alto, davanti due sangrias; é una bella mulher con gli occhi chiari e un bel sorriso sincero, che trasmette tranquillitá. Oltre a insegnare al Conservatorio, porta avanti una serie di progetti artistici personali e pratica regolarmente Yoga e Reiki, due discipline che la aiutano a coltivare il suo lato spirituale, e a resistere alla saudade di pasticceria siciliana. Vive in Portogallo ormai da 14 anni, ma non ha perso l'accento né la parlantina palermitana; mi incalza di domande, e dopo un pó sono costretto a ricordarle che l'intervista la faccio io...


BdM: ...E quindi! Da Palermo arrivi a Ponta Delgada a insegnare piano al Conservatorio Regionale!??!? Cioé, a Ponta Delgada c'é un Conservatorio?????

D: Si si! Ho ottenuto l'equipollenza del titolo presso la Escola Superior de Música de Lisboa, e da lí é cominciata la mia avventura. Non é stato difficile essere assunta, dal momento che molti "continentali" non vogliono andare ad insegnare nelle isole. È incredibile.

Ponta Delgada, 65.854 abitanti. << Mi aspettavo peggio >>.

BdM: Beh alla fin fine sei un'isolana anche tu, ti sei appena spostata di ilha :)

D: Si... Devo ringraziare il mio amico, senza quell'incontro non avrei mai pensato di fare una cosa simile.

BdM: Ti sei sentita ben accolta?

D: Assolutamente. Un siciliano abituato a vivere in un mondo come il nostro, arrivando qui si sente in paradiso!!!!

BdM: ...Anche se loro non la pensano cosí :D

D: Eh lo so! Il famoso complexo de inferioridade portugues :) Non si rendono conto di quanto sono speciali. La gente ha voglia di conoscerti, ti ascolta, e come sai si conversa molto, loro adorano conversare! Perció ho trovato un'ambiente piú accogliente rispetto al nostro, dove si lavora con il sorriso, pur restando professionali. In questo senso sono eccessivamente fiscali a volte, é vero, ma allo stesso tempo molto umili. Voglio dire, sempre meglio della nostra pressapochezza condita di vacuo orgoglio. Da noi poi sembra che piú fai, piú ti mettono i bastoni tra le ruote, no? Devi fare lo stretto indispensabile, non "esagerare", perché non c'é posto per la creativitá e tanto meno per l'eccellenza, come se qualcuno - o qualcosa - avesse interesse nel mantenere il livello delle cose molto basso, o comunque non portarlo oltre un certo punto....

BdM: Capisco perfettamente a cosa ti riferisci.

D: Giá. Ed é per questo d'altronde che molti vanno via, e poi "esplodono" altrove, no? È una questione di possibilitá. Qui il Paese é piccolo, ok, ma personalmente ho trovato tanta voglia di fare, e un ambiente artistico abbastanza aperto coi "giovani", direi incoraggiante, nonostante le oggettive difficoltá che attraversano.

BdM: Ma aspetta un attimo.... Come hai fatto con la lingua?

D: Ah! All'inizio non sapevo assolutamente nulla di portoghese! Ma sai, nel mio lavoro si utilizzano piú le mani :) Quando sono arrivata comunque ho subito cominciato a studiare la lingua, e nel frattempo.... Mi aiutavo col siciliano!  

BdM: Ah pois :D

D: Pois :D Come ho detto la gente ti ascolta, ti viene incontro. Pensa che quando sono stata chiamata a lavorare nelle Azzorre, ero completamente ignorante sul posto. L'unica cosa che mi veniva in mente era l'Anticiclone studiato a scuola....

BdM: Eheheheh. Fammi indovinare: e pensavi che fosse simile alla Spagna?

D: Esattamente! :) Poi ovviamente ti rendi conto che é completamente diverso. Um Paese con la propria identitá, e ben forte anche! 

BdM: Immagino poi nelle isole!!! Quanto tempo sei rimasta a São Miguel?

D: Due anni, molto belli e gratificanti, sebbene dopo tutto quel tempo ho cominciato a sognare il "continente" anch'io :) 


A nuoto me la faccio.


BdM: L'isola cominciava a starti stretta?

D: Beh sai lí di fronte vedi Lisboa....


Basta un buon binocolo.

BdM: Quindi hai deciso di trasferirti...

D: Si, ho partecipato al concorso pubblico e ho vinto una cattedra di piano al Conservatorio di Lisboa. Era il 2001. Da allora non mi sono piú mossa.

BdM: Ti piace, eh?

D: Si, mi sento abbastanza soddisfatta. Professionalmente, sono molto fortunata; mi trovo bene con i colleghi e ho molta stima dei miei allievi, alcuni dei quali davvero molto talentuosi. Poi ci sono i miei progetti personali...

BdM: Ora ci arriviamo!

D: ...Dall'altro lato Lisboa é innegabilmente una bellissima cittá, come si dice, "a misura d'uomo", abitata da brava gente.

BdM: Da quanto tempo non torni a Palermo?

D: Ci sono stata questa estate; vado abbastanza spesso, perché sento molto la mancanza della mia famiglia. Ma dopo qualche giorno fico cheia de saudade de Portugal :D

BdM: Ehehehehe come ti capisco!.... Dopo tutti questi anni, del resto.... La tua vita oramai é qui.

D: Si... Sento che é il posto dove, in qualche modo, dovevo arrivare.

BdM: Cavolo, anch'io.

D: Quello che piú mi piace é la "dimensione spirituale" del Portogallo, c'é un'energia "mistica" molto forte. 

BdM: Ho sempre pensato la stessa cosa, sai? C'entra qualcosa la luce....



D: Si, anche se penso che la luce piú grande sia quella dentro di loro; come ho detto, é un popolo molto speciale. Nel mio caso specifico, posso aggiungere che le discipline meditative e le pratiche spirituali di gruppo sono prese molto sul serio e per me che sono una praticante, incontrare un mondo "spirituale" cosí evoluto non ha potuto che rafforzare la mia scelta.

BdM: Non era lo stesso a Palermo?

D: Ti pare una cittá dove si pratica molto Yoga?

BdM: Ooook, in conclusione..... Prima hai parlato di progetti artistici personali. Ne vogliamo parlare?

D: Sto portando avanti vari progetti simultaneamente. Sicuramente tra i piú importanti c'é il trio "A piacere"....


Coip/incollo/traduco dal web: "Nato in seno al Conservatório Nacional de Lisboa, il Trio A Piacere unisce artisti oriundi di differenti Paesi che condividono la passione per la Musica da Camera. Il successo riscontrato nelle esibizioni in giro per il Portogallo ha portato il gruppo a registrare un concerto in diretta per la radio Antena 2, nel quale vengono interpretati brani del compositore italiano Nino Rota, autore delle musiche di alcuni dei film di maggior successo di Fellini".

BdM: Ceeeerto, ho ricevuto un invito su Facebook....

D: Si :) Il prossimo concerto é domenica 22 dicembre al Centro Cultural de Belem. Oltre al Trio di Brahms, suoneremo le opere di due compositori contemporanei portoghesi, Eurico Carrapatoso e Sergio Azavedo. Musiche tra l'altro scritte apposta per noi, quindi assolutamente inedite!

BdM: Fixe! È musica etnica?

D: No.... È musica classica....

BdM: Ah... No sai, perché c'é quella foto col djambé.......

D: ....

BdM: Emh...

D: ...Ce ne sono decine al pianoforte....

Ah quello é un pianoforte?

....E tu ti fermi giustogiusto su quella col tamburo????

BdM: Anche quella col pareo é carina.




Obrigado Daniela! :)


____________________________________________________


MAIS italiani veri:

Emanuele da Marsala, comparsa nelle telenovele portoghesi.
Chiara da Catania, architetto.
Mino da Andria, pizzaiolo (a domicilio).

4 commenti:

  1. Caro BdM, la tua intervista alla mia sorellina e il tuo blog mi piacciono tantissimo! Chissà se un giorno l'intervista dovrai farla anche a me!:-)

    RispondiElimina
  2. Há uma informação importante que falta (mas se calhar é 'classified'): quantas sangrias tinham à frente no final da entrevista? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Então, e a "famosa" discreção portuguesa???? :D

      Elimina

Tutti i commenti che saranno ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine od onorabilità di terzi, saranno rimossi. Saranno altresì rimossi commenti considerati spam, razzisti e che contengano dati personali non conformi al rispetto della norma sulla Privacy vigente.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...