mercoledì 23 marzo 2016

Breve storia illustrata delle apparizioni di Fátima (pt.2)

Cari Mundiali, pace e bene! :)
Abbiamo interrotto la nostra breve storia illustrata al 13 maggio 1917, data della prima, sconvolgente apparizione della << Signora vestita di bianco, piú brillante del sole >> ai piccoli Francisco, Jacinta e Lúcia (rispettivamente 9, 7 e 10 anni) in localitá Cova da Iria a Fátima: la Signora avrebbe chiesto ai tre pastorelli di pregare per la fine della Grande Guerra (iniziata 3 anni prima) e avrebbe dato loro appuntamento in quello stesso luogo "tutti i giorni 13 per i prossimi 6 mesi alla stessa ora"; << Ok, corriamo a dirlo a tutti!!! >>.
Peccato che in Portogallo fossero al potere i laicissimi repubblicani e che fosse da poco diventato Primo Ministro il professore Afonso Costa, detto "l'ammazza-frati" a causa di una clamorosa legge da lui scritta che limitava pesantemente il raggio d'azione della Chiesa proibendo, tra le altre cose, le "manifestazioni di culto pubbliche"; provvedimento interpretato come una vera e propria "dichiarazione di guerra" da parte della Santa Sede, che come prima risposta aveva interrotto le relazioni diplomatiche col Paese. Le apparizioni, come vedremo, saranno il terreno sul quale questa guerra sará combattuta; un conflitto ideologico con al centro tre poveri, innocenti pastorelli analfabeti, destinati a cambiare per sempre la storia di quello sperduto lembo di terra... 

(RI)ATTENZIONE: vista la natura dell'argomento trattato é bene ribadire che qui sul BdM solitamente SI SCHERZA e che non é mia intenzione ridicolizzare né sminuire dii, dee e daai di nessuno; persone particolarmente devote alla Madonna, che potrebbero sentirsi infastidite o addirittura offese da un'innocua risata, beh... SI ASTENGANO SEMPLICEMENTE DALLA LETTURA.







Ora, secondo un censimento del 1911 (anno in cui fu promulgata la legge "ammazza-frati") all'epoca la popolazione portoghese girava intorno ai 6 milioni di abitanti, l'83% dei quali viveva in zone rurali come Fátima: villaggi, emh, "dimenticati da Dio" - e senza manco un cinema - dove l'analfabetismo e la miseria regnavano sovrani; in queste piccole comunitá depresse, dove il "laicismo" non era mai arrivato...





...La religione cattolica fungeva al contrario da vero e proprio "governo-ombra", per cosí dire, regolando con i suoi riti il calendario e la vita giornaliera della popolazione, che nelle feste comandate, nelle messe e nelle processioni aveva l'unico momento di convívio (e di pausa dal lavoro). Nonostante la feroce propaganga anti-clericale repubblicana, quindi, la stragrande maggioranza delle persone rimaneva fedele alla Chiesa, mentre i preti facevano i salti mortali per esercitare il culto cercando allo stesso tempo di evitare il confronto diretto con le autoritá.Per dire che L'UUUUUUUULTIMA cosa da fare in quel momento era dire di aver ricevuto una simpatica visita della Madonna. O forse... Era proprio quello che ci voleva? :)

Fatto sta che quando i tre pastorelli raccontarono ai genitori cosa avevano visto, a questi per poco non gli prese un colpo....



Pare che chiesero ai figli di confessare la bugia, considerandfola un "grave peccato". Ma i bambini continuarono a giurare e spergiurare che era tutto vero e dopo un pó vennero, se non incoraggiati, assecondati da tutta la famiglia. E non solo, come vedremo...

Va detto che l'ignoranza diffusa tra questa povera gente favoriva il proliferare della famigerata SUPERSTIZIONE: la notizia della Signora luminosa scesa dal cielo fu come una bomba atomica per la comunitá di Fátima, e si diffuse piú rapidamente di una bufala sulle balene nane su Facebook.





Il numero di fan.. Emh, di persone che affermava di credere al racconto dei pastorelli crebbe infatti velocemente e giá il giorno della seconda apparizione erano decine le persone che accorsero sul luogo dell'appuntamento....




LA SECONDA APPARIZIONE: 13 GIUGNO 1917


Siamo nei terreni della Cova da Iria: intorno a mezzogiorno i pastorelli videro nuovamente un bagliore e una sagoma luminosa scendere dal cielo; alcuni dei curiosi alle loro spalle dissero in seguito di aver visto la luce del sole oscurarsi durante i brevi minuti nei quali i bambini conversarono con l'apparizione, altri sostennero di aver udito una specie di sussurro, come il ronzio di un'ape, mentre questa gli parlava.

Hai visto mai un'ape nel bel mezzo della campagna.

<< Voglio che veniate in questo stesso luogo il giorno 13 del mese prossimo, e che recitiate il Rosario tutti giorni. Ah, e anche che apprendiate a leggere e scrivere >>; << Gulp! >>, sussultó Francisco; << Dopo vi diró cosa voglio >>. Lúcia quindi chiese: << Portaci in cielo! >>; << Parla per te >>, bisbiglió di nuovo Francisco; << Si, a Jacinta e a Francisco li prenderó a breve, ma tu devi rimanere qui per piú tempo >>; << Mannaggiachitammuort'! >>, pensó Francisco nel dialetto locale lanciando un'occhiataccia alla cugina. << Gesú >>, proseguí la Signora, << vuole servirsi di te per farmi conoscere e amare; lui vuole stabilire nel mondo la devozione al mio cuore immacolato. A chi l'accetterá, prometto la salvezza >>.

Poco dopo aver pronunciato queste parole, l'apparizione si sarebbe allontanata verso il cielo esattamente come aveva fatto la volta precedente, lasciando gli spettatori in crisi mistica e i bambini con i compiti per casa.




Il "mito" ne uscí comunque rafforzato e i giornali nazionali cominciarono - con toni abbastanza critici - a occuparsene, definendo l'accaduto una manipolazione della Chiesa per recuperare lo spazio perduto a causa delle riforme repubblicane. << È opera di quei reazionari dei gesuiti! >>, scrissero alcuni, << È colpa dell'ignoranza! >>, gli fecero eco altri, << E anche del vino! >>.

Il giornalista Miguel Pinto de Figuereido dalle colonne del O Mundo addirittura invitó ironicamente la Signora ad appparire tra le trincee del conflitto mondiale, piuttosto che in un minuscolo, anonimo distretto dove << il dogma religioso sembra aver influenzato umili e ignoranti lavoratori fino al fanatismo >>.




Fu cosí che le autoritá locali (la quale missione era proibire ogni manifestazione pubblica religiosa) si ritrovarono con una bella patata bollente tra le mani: come fare a contenere l'entusiasmo crescente e convincere la gente a non recarsi al prossimo appuntamento con la Signora?




TERZA APPARIZIONE: 13 LUGLIO 1917
I tre segreti 



Nonostante la pressante campagna denigratoria della stampa repubblicana e le raccomandazioni delle autoritá, Il giorno della 3ª apparizione la Cova da Iria somigliava al festival di Woodstock. Si parla giá di CENTINAIA di persone, intervenute da tutta la regione per assistere all'evento. 
Francisco Jacinta e Lúcia avevano nel frattempo cominciato a frequentare la scuola, come richiesto dalla Signora nel loro precedente incontro, ma avevano anche preso l'abitudine di praticare MORTIFICAZIONI CORPORALI, PENITENZE e DIGIUNI, soprattutto i due fratelli.

<< Voglio che veniate in questo stesso luogo il giorno 13 del mese prossimo, e che continuiate a recitare il Rosario tutti giorni per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra >>. È sempre Lúcia a rivolgersi alla Signora: << Vorrei chiederle di dirci chi é veramente; e di fare un miracolo affinché tutti possano credere in noi! >>; questa rimandó ancora una volta: << Ad ottobre vi diró chi sono e cosa voglio >>, ma promise: << in quell'occasione faró un miracolo che tutti vedranno, affinché vi credano >>.

Dopo una serie di richieste di grazia, guarigioni e vincite dell'enalotto, il discorso si fece piú interessante: la Signora fece ai pastorelli una raccomandazione: << Fate sacrifici per la conversione dei peccatori >> e, come per chiarire di cosa stesse parlando, aprí la mano dalla quale fuoriuscí una luce abbagliante che sembró "penetrare la terra" fin nelle sue profonditá e i tre pastorelli videro (1º segreto, NdM), un "mare di fuoco" dantesco nel quale fluttuavano i diavoli e le anime, "tra grida e gemiti di dolore e disperazione che facevano tremare di terrore" tanto che, come raccontó in seguito la stessa Lúcia, solo la consapevolezza che sarebbero andati in cielo non li fece crepare di paura.




<< Avete visto l'inferno, dove vanno le anime dei poveri peccatori >>; << Pensavo fosse Parigi al sabato sera >>, pensó Francisco, che aveva uno zio emigrato in Francia.

<< Per salvarli Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio cuore immacolato. Se farete quello che vi dico si salveranno molte anime. La guerra finirá, ma se non cesserete di offendere DIo nel regno di Pio XI ne comincerá una peggiore (2º segreto, NdM). Quando vederete la notte illuminata da una luce sconosciuta sará il segnale che Dio sta per punire il mondo per i suoi crimini, per mezzo della guerra e della fame (...). Per impedirla, chiedo la consagrazione della Russia al mio cuore immacolato, e la comunione riparatoria tutti i sabati (...) Se la Russia si convertirá avrete la pace, viceversa i suoi errori si diffonderanno per il mondo, promovuendo la guerra e la persecuzione della Chiesa, e varie nazioni verranno annichilite >>.

A quel punto i pastorelli ebbero una seconda visione: alla sinistra della Signora apparve un angelo con una, er, "SPADA DE FOGO"...


 
 ....Il quale gridava << Penitenza, penitenza, penitenza! >> come a Dire Fare Baciare Lettera e testamento; e videro la figura di un uomo vestito di bianco come il Papa (3º segreto, NdM) attraversare una cittá in rovine piena di cadaveri, e risalire un monte solo per essere fucilato da un gruppo di soldati insieme ad altre figure religiose. La Signora li avvisó: << Non dite a nessuno di quello che avete visto oggi! >>, e cosí dicendo cominció a salire verso il cielo, scomparendo tra le nubi.

I tre pastorelli si sollevarono, e una folla in delirio gli corse incontro. I familiari riuscirono a stento a sottrarli ai giornallisti e ad altri curiosi, mentre poco distante degli occhi malevoli dovevano osservare la scena. Il "fenomeno" Fátima stava innegabilmente assumendo delle proporzioni enormi ma d'altro canto si trattava di una "riunione spontanea" di fedeli, non di una manifestazione organizzata, "sponsorizzata" dalla parrocchia.

O forse si? Forse qualcuno stava manipolando le tre criature sperando cosí di creare una "Lourdes portoghese"? Potevano uomini di Chiesa, "militanti" cristiani indispettiti dalle riforme dello Stato, arrivare a partorire un'idea tanto perversa e a servirsi di tre poveri innocenti per "salvare" il cattolicesimo in Portogallo?
Beh, partorirla forse no, ma abbracciarla SICURAMENTE SI, e quest'uomo con una punta di strabismo....




....Tale padre Manuel Nunes Formigão Todavia, sará IL PRINCIPALE approfittatore della situazione, nonché colui che piú strenuamente difenderá e porterá alle "alte sfere" il caso delle apparizioni di Fátima, dando del gran bel filo da torcere ai repubblicani.

Ma il prete arriverá a Fátima solo a settembre di quell'anno. Siamo a luglio 1917, e la Signora, sebbene NON abbia ancora detto chi é veramente, ha promesso UN MIRACOLO per ottobre, e fatto tre profezie ai pastorelli, che finora non hanno dato prova di essere propriamente discreti....

Ora, immaginatevi se si sapesse che la Signora gli ha rivelato tre segreti!




 Appuntamento in questo stesso luogo tra un mese alla stessa (piú o meno, via) ora per la 3ª parte


Siateci! ;)

4 commenti:

  1. Facessi almeno ridere....oltre a scrivere cose di cattivo gusto non sei nemmeno ironico...boh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo, grazie per il tuo commento. Manco a me fa ridere Checco Zelone, eppure. Ad ogni modo, quali sarebbero le "cose di cattivo gusto"? Non ho fatto altro che riportare il racconto "ufficiale" come lo trovi riportato ovunque, aggiungendo i miei commenti, spesso, er, "ironici" (d'altronde questo e' pur sempre un blog personale).

      Elimina

Tutti i commenti che saranno ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine od onorabilità di terzi, saranno rimossi. Saranno altresì rimossi commenti considerati spam, razzisti e che contengano dati personali non conformi al rispetto della norma sulla Privacy vigente.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...